Chirurgia estetica: esiste un limite di età?

Molti di noi, giunti ad una certa età, dicono rassegnati: “Non posso indossare quell’abito” o “Sono troppo vecchio per farlo”.

In realtà, le regole del buon senso e del pudore non sembrano valere per tutti, e non sorprende, pertanto, vedere sulle riviste patinate che molte celebrità indossano abiti estremi ed esagerati e sfoggiano delle gambe e/o un fisico dalla linea eccellente.

Perché non possono farlo anche i comuni mortali? Perché una donna, ad una età più avanzata, ma con un bel fisico ancora tonico, non può indossare una mini gonna quando desidera?

Arriva un momento, nella vita di ogni donna, in cui la linea del tempo punta inesorabilmente verso il basso e ci si rende conto di essere “invecchiati”. Ma, allora, qual è la giusta via di mezzo? Qual è il limite da non valicare?

La risposta è, a nostro parere, il “buon gusto”. Proprio a tal fine gli interventi di chirurgia estetica possono soccorrere la tenuta del proprio fisico, specialmente quando lo stesso non è in grado di reggere esercizi e pratiche fisiche di particolare importanza.

Secondo l’American Society of Plastic Surgeons (ASPS), l’età media delle donne che si sottopongono a mastoplastica additiva è fra i 19 e i 34 anni di età.

Ma le donne di qualsiasi età, a condizione che siano in buona salute fisica, sono delle ottime candidate per la chirurgia. Ed in realtà, sempre più donne over 50 si sottopongono ad una qualche forma di trattamento estetico per il corpo, affinchè il bisturi possa aiutarle a sentirsi meglio.

L’importante è, in ogni caso, non esagerare: il rischio del ricorso esagerato alla chirurgia estetica e plastica è infatti dietro l’angolo, ed è opportuno trovare la giusta via di mezzo tra il desiderio di apparire più in forma, e il rischio di apparire… ridicoli.