Botulino

La scoperta del botulino si deve ad Edward Schantz nel 1944 ma solo nel 49 si scoprì la sua famosa azione nell’ambito della medicina estetica. Conosciuto anche come Botox è un farmaco che si fa sempre più strada nella correzione delle comuni rughe di espressione.

BotulinoSi tratta di una sostanza costituita da una tossina botulinica di tipo A che causa il blocco del rilascio dell’acetilcolina che di solito viene rilasciata dai nervi per trasmettere loro lo stimolo della contrazione muscolare. Essenzialmente si ha una paralisi del muscolo in cui viene iniettata la sostanza.

In Italia sta divenendo una tecnica sempre più impiegata difatti si conta ogni anno un numero sempre maggiore di interventi: il successo del botulino si deve, oltre che al soddisfacente risultato, anche ad un intervento particolarmente breve e sicuro difatti non c’è bisogno di ricovero né di anestesia e la tempista è di circa 20 minuti.

Ovviamente questa tecnica ha delle limitazioni: in primis troviamo ostacoli economici, infatti le sedute hanno un costo abbastanza elevato, ma il problema sostanziale risiede nel fatto che i risultati hanno una durata di circa 5 mesi; dopo tale tempo, la seduta deve essere ripetuta.

Va precisato che, anche se raramente, possono presentarsi lievi effetti collaterali all’utilizzo del botulino come ad esempio debolezza muscolare, infezioni, mialgia ed altri. vincolati ovviamente alla zona interessata. Infine bisogna tenere presente che la tossina generata dal botulino è un potentissimo veleno dunque bisogna evitare qualsiasi tipo di fai da te o cliniche poco conosciute all’estero e rivolgersi esclusivamente a chirurghi plastici di fiducia.